Lunatici lunatici a Baltimora con Ben Reynolds

Ogni lunedì ti presentiamo Moodlers utili e impegnati in tutto il Moodleverse. Di recente ci siamo incontrati praticamente con Luiggi Sansonetti in Francia, Germán Valero in Messico, Jill Lyall in Australiae il nostro Mary Cooch e Sander Bangma dal quartier generale di Moodle.

Questo lunedì siamo a Baltimora, nel Maryland, con Ben Reynolds, Sr Program Manager del Center for Talented Youth alla John Hopkins University e un popolare e di lunga data Moodler particolarmente disponibile su Moodle.org

Leggi la nostra chat con Ben per saperne di più su ciò che lo coinvolge con Moodle e la nostra comunità:

Moodle HQ: Grazie Ben per aver dedicato del tempo a chattare con noi. Puoi parlarci un po 'di te e di come sei stato coinvolto in Moodle?

Ben: Primavera del 2008

Quando Blackboard e WebCT si sono fusi, i programmi online di CTY sono emersi da un brevissimo flirt con Sakai per andare con Moodle. Al contrario del senso di "andare qui" di WebCT, "vai laggiù", in Moodle sei appena passato nella pagina principale della classe. Gli studenti sapevano sempre dove si trovavano. Ho adorato la semplicità.

Moodle HQ: Quali aspetti di Moodle coinvolge il tuo lavoro e in che modo far parte della community ti aiuta?

Ben: Il mio titolo professionale è una bella frase per "riparatore", una persona che fa le cose o, più recentemente, una persona che si assicura che le cose vengano fatte da altri. Ciò richiede la conoscenza del caricamento di studenti, la sospensione di studenti, quiz, lezioni, file legacy, repository esterni - gli aspetti di Moodle che toccano i miei studenti e istruttori. Inoltre, come risolvere le cose che gli studenti e gli istruttori rompono.

In termini di curriculum e costruzione del corso, la conoscenza di Moodle mi aiuta ad aiutare gli specialisti delle aree tematiche e i progettisti di corsi. L'approccio è: “Non dirmi cosa pensi di poter fare; dimmi cosa vuoi fare. "

Ed è qui che entra in gioco la comunità. L'ovvio passo successivo è trovare altri che abbiano voluto fare qualcosa di simile. O trova altri che sono perplessi dallo stesso aspetto di Moodle. C'è anche un ritorno. Anch'io ho ripristinato un corso sulla prima pagina del sito. Quando la comunità ti salva da un disastro, devi il rimborso della comunità.

Moodle HQ: Hai partecipato a numerosi Moot sia negli Stati Uniti che altrove. Qual è stata la tua impressione e quanto utile li hai trovati?

Ben: Sono stato a tre moot UK / IE e uno a Minneapolis (Minnesota, USA). Sono affari molto amichevoli. Conosci molte persone. I galà sono sempre divertenti. Le presentazioni spaziano dal seriamente geek (che può essere divertente se si tratta di qualcosa che ti interessa) all'aiutare gli insegnanti a costruire corsi a una semplice introduzione a Moodle.

La cosa più utile è roba che non sapevi di dover conoscere, come Martin che presenta a Minneapolis le versioni di rilascio del Supporto a lungo termine. A Edimburgo, c'è stata una meravigliosa presentazione sui badge e su come un badge non equivalga a un voto.

Moodle HQ: Cosa ti entusiasma di più in termini di futuro di Moodle e del progetto open source? Cosa non vedi l'ora di vedere nel 2018 e oltre?

Ben: Miglioramenti dell'usabilità. Sto vedendo un po 'di quel lavoro in 3.4, insieme a Learning Analytics (tutto il mio ufficio mi sta rallegrando). Accessibilità, che in realtà sta solo promuovendo un buon insegnamento per tutti gli studenti. Piccoli touchscreen: il cellulare è LA cosa. Voglio vedere i miei studenti (beh, immaginali; siamo totalmente a distanza) aspettando il loro scuolabus e facendo il loro corso CTY sul telefono.

 

Grazie Ben per aver dedicato del tempo a parlare con noi oggi. Lo apprezziamo davvero.

Scrivi un commento