Come utilizzare Moodle come soluzione per offrire un percorso di apprendimento gestito a livello di istituto all'interno di una comunità di ricercatori.

Come può essere usato Moodle come soluzione per offrire un percorso di apprendimento gestito a livello di istituto all'interno di una comunità di ricercatori?

Questa è la sfida che una squadra della Cranfield University ha dovuto affrontare quando aveva il compito di progettare e implementare un corso online usando Moodle.

La Cranfield University voleva trasformare seminari faccia a faccia in un corso online gestito che incorporasse tutte e quattro le università.

Il corso, intitolato "essere pubblicato in dieci semplici passaggi", deve essere flessibile, ma strutturato e soddisfa l'obiettivo di insegnare agli studenti come migliorare i loro standard di pubblicazione di ricerca.

Parlando a MoodleMoot UK & Ireland 2017, Aurelie Soulier (Tecnologa dell'apprendimento presso l'Università) ha spiegato come il team ha raggiunto il proprio obiettivo e le lezioni apprese nel processo.

Aurelie ha iniziato la sua presentazione spiegando come il team ha suddiviso l'attività in diverse proprietà di:

Formato

  • A differenza dei precedenti corsi di Moodle progettati da loro, "la pubblicazione in dieci semplici passaggi" non sarebbe stata creata utilizzando corsi pieghevoli. Invece, sarà in un formato griglia, precedentemente utilizzato solo per i test degli studenti.
  • Il formato ha evidenziato l'importanza di definire un pubblico del corso in anticipo poiché gli studenti hanno aspettative diverse su come dovrebbe essere il corso. Questa realizzazione ha ispirato il nome della presentazione MootIEUK di Aurelie; "Pioli quadrati in fori rotondi".

Tema

  • Il corso è stato inizialmente progettato per Moodle 2.9, tuttavia il team ha deciso di passare a un tema Moodle "essenziale". Il corso è stato creato su Moodle 3.1.

Design

  • È stato selezionato un design a griglia per migliorare l'impatto visivo del corso. Questo design andrebbe anche a beneficio degli studenti, dando loro chiare aspettative su cosa aspettarsi da ogni fase del corso.

Iscrizione

  • Una sfida affrontata dal team è stata come sviluppare un corso motivante. Un modo in cui pensavano era il controllo dell'accesso al corso tramite restrizioni di iscrizione. Pertanto, è stata creata una chiave di iscrizione, in modo che solo alcuni partecipanti potessero accedere e completare il corso.
  • Questa chiave di iscrizione è stata sospesa a metà del corso, dando agli utenti un senso della comunità mentre i partecipanti stavano completando determinate fasi contemporaneamente.

attività

  • Aurelie ha spiegato nella sua presentazione come il suo team ha motivato i partecipanti usando una "persona". La "persona" automatizzata ha ricordato ai partecipanti le attività imminenti all'interno del loro corso e li ha incoraggiati a rimanere in attività.
  • Video, file audio, riassunti e blog sono stati utilizzati per fornire molte attività adatte agli stili di apprendimento dei partecipanti.

Risposta

  • I partecipanti sono stati incoraggiati a fornire feedback tramite un questionario online e faccia a faccia, fornendo loro feedback preziosi per ciò che ha funzionato e che necessitava di miglioramenti.
  • Il feedback ha mostrato che il team ha raggiunto il suo obiettivo. I partecipanti hanno apprezzato l'integrazione con esperti in materia, la condivisione delle migliori pratiche nei forum, l'usabilità del formato della griglia e il sistema di iscrizione.
  • Il team ha anche portato via lezioni per miglioramenti - video che non venivano riprodotti in un'etichetta incorporata e che creavano uno schermo casuale - e creato soluzioni. In questo caso, utilizzando un'immagine collegata all'URL del server di streaming multimediale.

Puoi vedere la presentazione completa di questa fantastica storia del progetto di successo Moodle guardando il video di Aurelie da MoodleMoot UK & Ireland 2017.

Scrivi un commento