Avvolgiamo un MoodleMoot dal "Big Easy" (New Orleans)

I temporali, la pioggia e l'umidità estrema non hanno fermato Moodlers da tutti gli Stati Uniti e il nostro personale Moodle HQ da tutto il mondo, per recarsi nella "Big Easy" di New Orleans per il primo capitolo del nostro MoodleMoot US 2017.

Solo un riassunto, quest'anno abbiamo deciso di tenere il primo dei due MoodleMoot statunitensi quest'anno a New Orleans dal 25 al 27 luglio.

MoodleMoot US 2017 - New Orleans

Il secondo capitolo del nostro MoodleMoot US 2017 sarà a Miami, in Florida, dal 6 all'8 novembre e Moodlers, non vorrai perderti a prendere il nostro capo Moodler, Martin, raccontaci la direzione del nostro progetto open source per il prossimi 10 anni o ascolta il nostro team di Education e scopri le ultime novità sulla nostra Learning Analytics integrata in Moodle 3.4.

Registrazione anticipata degli uccelli e presentazione proposte di presentazione sono ora aperti e non vediamo l'ora di portare tutto quanto sopra e altro (seguici su Twitter @moodlemoot_us per gli ultimi aggiornamenti).

MoodleMoot US 2017 - Florida

Sentiamo già l'entusiasmo e l'eccitazione mentre contiamo e ci dirigiamo verso Miami.

Ma torniamo MoodleMoot US 2017 - New Orleans per il momento e unisciti a noi mentre facciamo un viaggio di ritorno dal 25 al 27 luglio per concludere!

1 ° giorno: un pomeriggio di masterclass

Il nostro primo giorno abbiamo sentito il grande benvenuto a New Orleans per la nostra comunità Moodle dai nostri organizzatori di co-hosting, BbWorld.

Il nostro team - Martin (capo Moodler), Tom, Elizabeth e Brent (membri del nostro nuovo team Education), Pau (membro del team Moodle Mobile) e Gavin (il nostro Business Development Manager) non vedevano l'ora di condividere la "vibrazione" Moodle durante i 3 giorni.

Il primo giorno di MoodleMoot US 2017 - New Orleans è iniziata con un pomeriggio di masterclass in due parti apprendimento mobile (offerto da uno dei membri del nostro team Moodle Mobile, Pau Ferrer) e analisi dell'apprendimento (guidato dalla nostra analista di ricerca, Elizabeth Dalton).

L'apprendimento mobile di Pau ha esaminato le seguenti importanti funzioni e usi attraverso l'obiettivo Moodle Mobile:

  • Creazione e idoneità del contenuto
  • Approcci di valutazione
  • Comunicazione
  • Strategia mobile, app mobile Moodle e andare offline

Nel frattempo, Elizabeth ha portato i nostri Moodlers in un viaggio in un seminario in due parti, discutendo una varietà di prospettive su Learning Analytics e su come funzionano e dentro e fuori Moodle.

Naturalmente, Project Inspire - la nostra soluzione open source per l'apprendimento dell'analitica - è stato un argomento caldo ed Elizabeth ha fornito un aggiornamento completo sui progressi fatti finora e sui prossimi passi nella tabella di marcia.

Project Inspire

Puoi anche leggere un aggiornamento su Project Inspire sul sezione notizie del nostro sito web o partecipa alla discussione nel nostro sito della comunità.

Poiché si è trattato di un evento organizzato in collaborazione con BbWorld, i nostri Moodlers hanno anche avuto la possibilità di ascoltare l'oratore principale, l'ex seconda signora ed educatrice degli Stati Uniti, il dott. Jill Biden.

Il primo giorno si è concluso con Moodlers che ha avuto il tempo di socializzare, mettersi al passo con i coetanei e anche incontrare alcuni degli espositori al ricevimento di benvenuto.

Siamo stati molto felici di vedere i volti sorridenti del nostro partner Moodle, eThink Education e Moonami, che stavano supportando il nostro evento MoodleMoot negli Stati Uniti e aiutando molti con le loro domande e richieste di servizi relative a Moodle.

2 ° giorno: abbiamo presentato 16 presentazioni e workshop

Un secondo giorno intero ha salutato Moodlers a New Orleans, con il nostro programma si è riempito di presentazioni, workshop e sessioni di discussione.

Per dare il via ufficiale al nostro MoodleMoot US 2017 - New Orleans, fondatore e CEO di Moodle, Martin Dougiamas (puoi seguilo su Twitter @moodler), ha preso il centro della scena con un discorso di apertura, evidenziando, come in precedenza Tedesco e Moot francesi, la tabella di marcia per Moodle per i prossimi 10 anni.

Una casa piena si è riunita per ascoltare Martin mentre condivideva nuove idee, ha ribadito la nostra missione e valori e ci ha fatto conoscere alcuni entusiasmanti piani per il futuro.

Dopo il keynote di Martin, le nostre sessioni di breakout sono iniziate rapidamente con presentazioni brevi e pico su tutto, dalla gamification, l'integrazione di Office e Google, dai report fino all'integrazione della chat in Moodle.

Alcune delle presentazioni del secondo giorno del nostro MoodleMoot includevano:

  • Integrazione di Moodle-Wechat per migliorare l'esperienza dell'utente mobile di Zhigao Li
  • Moodle e Google Calendar: possono PER FAVORE giocare insieme? di Paul Tannahill
  • Utilizzo di Panda e Python per indagare facilmente sui dati di Moodle di Michael Spall
  • Personalizzare Boost per sembrare PIÙ attraente di Rick Jerz
  • Creazione di contenuti interattivi con H5P di Andy Braden
  • Accresci il tuo gioco accademico: coinvolgi gli studenti con la gamification di Jenna Corraro

Una delle presentazioni a cui hanno partecipato molti Moodlers è stata "Rendere i contenuti del corso accessibili a tutti" di Aaron Page e Marlene Zentz.

In questa presentazione sia Aaron che Marlene hanno parlato di un nuovo MOOC che è stato creato per mostrare alle scuole come progettare contenuti del corso completamente accessibili e inclusivi.

Il Day 2 si è concluso con il nostro capo Moodler, Martin e Moodle, il quartier generale di Gavin, che riprendono il palco principale per parlare di "Il futuro dell'esperienza dell'utente" in una sessione immaginaria.

Martin e Gavin hanno iniziato le discussioni chiedendo "Con l'influenza di numerosi fattori relativi alle esperienze degli utenti, tra cui l'accessibilità, la progettazione mobile, le esperienze di realtà aumentata e realtà virtuale, come pensi che i luoghi di lavoro, le scuole e le università possano avanzare o cambiare?"

Un riassunto della sessione immaginaria è stato condiviso da Martin ed è possibile accedervi dal tweet seguente:

3 ° giorno: un grande ultimo giorno per chiudere #MootUS17 - New Orleans

Abbiamo chiuso il giorno 2 con una sessione di immaginazione e abbiamo iniziato il giorno 3 con un'altra sessione di immaginazione, questa volta guidata dal nostro nuovo capo dell'istruzione, Tom Murdock!

Tom l'ha spiegato oggi, quando visiti moodle.org, incontri migliaia di forum di discussione volti all'utilizzo di Moodle. Se domani, volessi visitare moodle.org, quali tipi di risorse e attività relative agli insegnanti ti coinvolgeranno?

La sessione ha invitato i partecipanti a presentare idee che vorrebbero vedere nel nostro sito della community per il futuro.

Responsabile dell'educazione, Tom MurdockDirettamente dalla sessione di Tom, abbiamo continuato con presentazioni Moodle più interessanti e stimolanti, che spaziano da come supportare gli studenti a rischio con strumenti Moodle a strategie CBE e come Moodle può essere usato per ridurre l'abbandono universitario.

Ancora, un elenco completo delle nostre presentazioni può essere visualizzato sul nostro sito Webtuttavia, eccone alcuni che vogliamo evidenziare:

  • Moodle Design di ricostruzione sociale di Brent Parkin
  • Interfaccia di mentoring su Moodle - Una strategia per ridurre l'abbandono universitario di Manuel Melendez
  • Quindi sei un nuovissimo amministratore LMS? Parliamo di Paul Tannahil
  • Sfruttando gli strumenti di Moodle per facilitare il corso di laurea ad alta iscrizione di Jim Friscia
  • Aggiornamento sul processore Learning Analytics con Moodle di Lou Harrison
  • La governance è importante: in che modo lo Stato NC prende le decisioni LMS con trasparenza e acquisizione da parte della comunità di Martin Dulberg

Come sta diventando tradizione nei nostri MoodleMoots, la nostra permanenza a New Orleans si è conclusa con una sessione di Q&A Moodle Community Panel, presieduta da Martin con ospiti tra cui Tom Mudock del quartier generale di Moodle e rappresentanti dei nostri partner Moodle - Brian Carlson (CEO, eThink Education) e Jason Hardin (Moodlerooms)

Sessione del pannello della comunità di Moodle

In questa sessione i membri del nostro panel hanno fornito ciascuno un breve aggiornamento su ogni aspetto del nostro progetto open source: sviluppo, test, documentazione, supporto e servizi attraverso la comunità dei partner.

I Moodlers sono stati anche invitati a condividere la loro esperienza e le speranze su come un coinvolgimento coinvolgente possa essere migliorato per la nostra comunità Moodle.

Ed è un impacco!

Tre giorni arrivarono e andarono abbastanza rapidamente a New Orleans. Speriamo che tutti abbiano apprezzato il primo capitolo del nostro MoodleMoot US 2017.

E ricorda se ti sei perso il passo con i colleghi e scoprire tutte le cose di Moodle negli Stati Uniti, puoi ancora unirti a noi per il nostro secondo capitolo a Miami, in Florida, dal 6 all'8 novembre.

Restate sintonizzati per i video di alcune delle presentazioni sul nostro canale YouTube presto e anche altri aggiornamenti su #MootUS17 - Florida di seguendoci su Twitter o iscriviti agli aggiornamenti sul nostro sito web.

A presto Moodlers!

PS Ecco alcune cose da fare a New Orleans dal nostro equipaggio di Moodle HQ

Extra, extra! Leggi tutto ... ... ci sono tre consigli sui "must-do" che il nostro equipaggio vorrebbe condividere:

beignets et cafe au lait al Cafe du Monde

Se andate a New Orleans, dovete semplicemente avere un ristorante e un caffè al bar al Café du Monde

poesia su "esso"

Prendi una poesia su "esso" per le strade di New Orleans

Canal Street

Inizia il viaggio a New Orleans su Canal Street

Jackson Square

Sali su una carrozza da Jackson Square

Residenza creola

Passeggia lungo la via della memoria oltre una casa creola

Louis Armstrong park

Indossa le tue scarpe jazz e balla fino al parco Louis Armstrong

Scrivi un commento