Da Lancaster a Perth, trascorriamo del tempo con il nostro sviluppatore senior HQ, Andrew Nicols

Moodlers, il successo del nostro progetto open source Moodle è dipeso da così tante persone, dai membri del nostro team MQ HQ, attraverso la nostra comunità globale di utenti, sostenitori e sostenitori di Moodle e ai nostri partner Moodle che sono fornitori di servizi certificati.

Il motivo per cui abbiamo iniziato Moodlers lunedì è cercare di conoscere meglio le persone dietro le quinte che rendono Moodle più accessibile e potente. Se ti mancano questi post di intervista con Moodlers in tutto il mondo, dai un'occhiata ai nostri post recenti sul blog.

Moodlers Monday ci aiuta a condividere il lavoro dei nostri compagni Moodlers e ispirare gli altri con storie su come usano la nostra piattaforma in modo creativo e innovativo!

Questa settimana stiamo parlando con il nostro sviluppatore senior, Andrew Nicols, del ruolo che svolge nel quartier generale di Moodle nel portare avanti la nostra missione di responsabilizzazione degli educatori per migliorare il nostro mondo.

Vediamo com'è una giornata nella vita di uno sviluppatore HQ di Moodle!

Moodle HQ: Grazie per aver dedicato del tempo a parlare con noi oggi Andrew. Diamo il via alle cose con te che ci dici di te e del tuo ruolo in Moodle.

Andrea: Ciao gente. Mi sono trasferito a Perth cinque anni fa per lavorare per il quartier generale di Moodle. Ora vivo a Perth Hills con mia moglie, il nostro gatto Arthur e il nostro weiro Woodstock. Abbiamo anche due cavalli, Coolie ed Henry, che vivono nella proprietà dei genitori di mia moglie.

Prima di trasferirmi a Perth ho vissuto a Lancaster, nel nord-ovest dell'Inghilterra, per dieci anni dove ho lavorato in una varietà di ruoli di sviluppatore principalmente su software educativo.

Trascorro molto del mio tempo libero con i nostri cavalli, sia che si accampi durante gli eventi, sia che sia uno sposo rispettoso, sia che mi dia una mano in giro. Ora sono un giudice qualificato di Show Jumping e vorrei entrare nel design del corso Show Jump nei prossimi anni.

Moodle HQ: sei membro del team di Moodle HQ da oltre 5 anni. Cosa ti ha attratto inizialmente a far parte del quartier generale di Moodle?

Andrea: Uso Moodle in un modo o nell'altro da quasi undici anni, ma lo sto sviluppando attivamente da circa nove anni. Ho iniziato a interessarmi davvero del progetto e ho contribuito con le principali funzionalità di base come il Selettore attività. Sono diventato il capo del componente JavaScript e ho cercato di migliorare il modo in cui scriviamo il nostro JS.

Mi è sempre piaciuta l'idea che Moodle sia Open Source ed è così ampiamente adottato da così tante istituzioni. Mi sento fortemente coinvolto nelle responsabilità sociali, quindi essere in grado di migliorare un progetto di comunità così ampio e aiutare i suoi numerosi utenti a livello professionale è una cosa davvero potente per essere in grado di fare.

Quando mi è stato chiesto di lavorare per Moodle ero davvero entusiasta. Mi piace poter restituire alla comunità in diversi modi e mi sento privilegiato nel poterlo fare come parte del mio lavoro quotidiano. Avrei sempre voluto vivere negli Antipodi, e quando è arrivata l'occasione ho colto al volo.

Avendo lavorato sia come membro della comunità, sia ora per il quartier generale di Moodle, è interessante vedere i diversi modi in cui le persone usano Moodle e come risolvono le loro numerose sfide in una varietà di modi. Quell'esperienza nel mondo reale dell'utilizzo e del supporto di Moodle in un ambiente professionale (un'università) mi aiuta anche a vedere i diversi requisiti che alcuni dei nostri utenti hanno.

Moodle HQ: Nel tuo ruolo di sviluppatore / integratore di analisti senior per Moodle HQ devi aver fatto parte di alcuni entusiasmanti progetti Moodle. Quali sono alcuni dei momenti salienti?

Andrea: È difficile. Ho lavorato a molti progetti durante la mia permanenza qui a Moodle e alcuni si distinguono davvero, mentre altri sembrano essere un progetto costante che non finisce mai. Sono il componente principale del forum: è una delle parti più antiche di Moodle e ci sono molte piccole modifiche su cui sono stato in grado di lavorare per migliorarlo per gli utenti.

Alcuni dei cambiamenti che apportiamo sono molto facili da implementare, ma fanno una grande differenza. Quelli sono tra i più soddisfacenti.

Ho anche avuto l'opportunità di lavorare sulla funzionalità User Tours in Moodle un paio di anni fa. Sebbene la nostra implementazione sia ancora relativamente immatura, penso che diventerà sempre più utile e importante nei prossimi anni. Ho avuto anche un feedback molto positivo sulla funzione.

Moodle HQ: Attualmente fai parte del team che lavora per supportare la conformità al GDPR nei siti Moodle. Puoi descrivere il tuo ruolo in questo processo e perché il GDPR è un argomento così caldo al momento?

Andrea: Sto lavorando al progetto GDPR da un po 'di tempo. Inizialmente il mio ruolo era più di un consulente, e questo mi ha portato a ricoprire il ruolo di architetto e team. Sono davvero contento della soluzione che mi è venuta in mente la mia squadra.

Penso che la privacy sia stata un argomento molto caldo per diversi anni ormai, e il livello di esposizione che ora abbiamo sui social media lo ha davvero messo in evidenza. Il web è in circolazione da molto tempo ormai, ma quando è maturato e abbiamo messo sempre più dati sui nostri dati là fuori, è qualcosa che dobbiamo davvero considerare.

Il GDPR è davvero solo la punta dell'iceberg e sospetto che vedremo altri paesi seguire con una legislazione simile. È un momento interessante per lavorare sul campo e mi chiedo come influenzerà il modo in cui la tecnologia interagisce con noi.

(Nota: puoi scoprire di più sul piano GDPR di Moodle e avvicinarti a un altro dei nostri articoli)

Moodle HQ: Come sapete, la comunità di Moodle non si limita solo a noi qui in Moodle HQ.
Abbiamo Moodlers in tutto il mondo!

Per gli aspiranti sviluppatori o Moodlers che vogliono contribuire al nostro progetto open source che consiglio daresti loro?

Andrea: Se vuoi essere coinvolto con il lato dello sviluppo di Moodle, ti consiglio di trovare qualcosa che vuoi davvero fare: una modifica o una nuova funzionalità che ti interessi davvero. È molto più facile capire come le cose si incastrano se hai un progetto che ti tiene interessato e ti espone a molti dei problemi che affrontiamo.

(Nota: vuoi idee su come contribuire a Moodle? Dai un'occhiata ai nostri suggerimenti sul nostro sito della community.)

Grazie per aver dedicato del tempo a parlare con noi oggi Andrew.

Sei o conosci un Moodler che sta facendo cose straordinarie per mantenere forte il nostro progetto open source? Contatta Moodle HQ oggi.

Scrivi un commento