Il Green Innovation Center di AfricaRice sta rendendo accessibile l'apprendimento agricolo con l'aiuto dell'app mobile Moodle

Nell'Africa occidentale, con il Togo a ovest, la Nigeria a est e il Burkina Faso e il Niger a nord, si trova il Benin, una nazione africana di lingua francese che dipende fortemente dall'agricoltura per il suo impiego e la sua generazione di reddito.

Come nella maggior parte dei paesi africani, il Benin ha una popolazione molto giovane, con un alto livello di disoccupazione. L'agricoltura è l'unico settore in cui i giovani possono trovare lavoro, ma è anche il luogo in cui sono necessari per produrre il cibo richiesto dal paese.

Il Green Innovation Center (o CIVA: Centre d'Innovations Vertes pour l'Agro-alimentaire) sta lavorando con AfricaRice in Benin per affrontare i problemi di disoccupazione in agricoltura nella regione.

CIVA fa parte dell'iniziativa "One World, No Hunger" - finanziata dal Ministero tedesco della cooperazione e dello sviluppo economico.

Il loro lavoro si concentra sull'assistenza ai giovani studenti delle università agricole per apprendere le abilità pratiche su come lavorare con gli agricoltori come consulenti.

O per trovare lavoro o creare le proprie attività nelle zone rurali del paese.

Con la missione di contribuire alla riduzione della povertà e della sicurezza alimentare in Africa, i corsi gestiti dalla CIVA sono importanti per far progredire le conoscenze e le competenze degli studenti, essenzialmente dotandoli degli strumenti giusti per raggiungere la sostenibilità economica.

CIVA ha lavorato con esperti locali e giovani laureati per sviluppare e fornire corsi di formazione a Moodle. Finora, hanno oltre 30 corsi, in francese, e stanno assistendo a un'eccellente diffusione dei loro corsi con circa 250 studenti che completano la maggior parte dei corsi.

Per affrontare la scarsa connettività Internet in Benin, CIVA sta attualmente cercando di utilizzare l'app mobile Moodle e le sue funzionalità offline per incontrare i propri studenti ovunque si trovino!

Abbiamo contattato il dott. Bruno Tran, l'esperto di formazione professionale CIVA di AfricaRice, per parlare di più sui loro corsi agricoli in Moodle e l'app mobile Moodle.

Moodle HQ: Grazie per aver dedicato del tempo ai tuoi impegni per parlare con noi oggi, dottor Tran.

Potresti iniziare dandoci una panoramica di AfricaRice e CIVA e di come i suoi corsi e il modo in cui li offri stanno aiutando i giovani a garantire la sostenibilità economica?

Dr Tran: Grazie per avermi dato l'opportunità di presentare il nostro lavoro! AfricaRice è un insolito centro di ricerca internazionale, nel senso che è sia un centro di ricerca CGIAR - parte di un partenariato di ricerca globale per un futuro sicuro per il cibo, sia un'associazione intergovernativa di paesi membri africani. Come indica il nome, AfricaRice ha il mandato di sviluppare la produzione e la trasformazione del riso in Africa. Ha sede in Costa d'Avorio e stazioni in alcuni altri paesi africani, uno nel Benin, dove ci troviamo.

L'iniziativa finanziata dalla Germania "One World, No Hunger" ha avviato i Centri di innovazione verde (CIVA dall'acronimo francese) in 14 paesi in via di sviluppo tra cui il Benin.

CIVA ha sede presso la stazione AfricaRice. CIVA ha l'obiettivo di aumentare il reddito delle piccole imprese agricole, aumentare l'occupazione e migliorare l'offerta alimentare regionale attraverso la diffusione di innovazioni nella produzione agricola e alimentare.

Vogliamo specificamente raggiungere questi obiettivi promuovendo l'occupazione rurale per i giovani, in agricoltura e nei settori correlati. Nei nostri progetti collaboriamo con i 10 college agricoli del Benin e offriamo ai loro studenti libero accesso a corsi di e-learning appositamente sviluppati che completano la loro formazione e li preparano meglio a lavorare con gli agricoltori come consulenti.

Offriamo ai giovani una preziosa esperienza sul campo e un ruolo da svolgere nella diffusione delle innovazioni agricole. Al fine di raggiungere più giovani e rendere disponibile l'apprendimento ovunque si trovino nel paese e ogni volta che possono risparmiare tempo, abbiamo scelto il formato e-learning. Sapevamo che i giovani sarebbero stati particolarmente ricettivi alle soluzioni basate su Internet.

Moodle HQ: Come e perché hai scelto Moodle come piattaforma di apprendimento per sviluppare e erogare i corsi?

Dr Tran: Ho lavorato per 10 anni come professore associato presso la Open University, nel Regno Unito, probabilmente la più grande università di apprendimento a distanza del mondo. Questo mi ha aiutato a sperimentare e comprendere ciò che è necessario per fornire l'e-learning efficace.

Scegliere Moodle per quello che facciamo qui è stata la decisione più semplice che ho preso in tutto il processo: volevo una piattaforma ampiamente utilizzata, con una buona reputazione e un supporto adeguato. Volevo anche che fosse open source e gratuito, perché questo è il più vicino ai valori dello sviluppo come lo vediamo.

Tecnicamente, Moodle ci offre esattamente ciò di cui abbiamo bisogno: sviluppiamo corsi nella piattaforma, quindi gestiamo corsi e studenti attraverso la piattaforma, consegnando automaticamente i certificati dei corsi dopo il successo a un test finale e Moodle ci aiuta a produrre vari rapporti sui progressi.

Moodle HQ: Al momento il team di CIVA sta anche esaminando l'app mobile Moodle. Cosa stai cercando di fare con l'app per insegnare i corsi?

Dr Tran: In Benin, come in molti altri paesi africani, la connettività Internet non è ancora sufficientemente e / o ampiamente disponibile. Pertanto, abbiamo dotato i giovani con cui lavoriamo con tablet Android da 7 pollici di provenienza locale che possono utilizzare per lavorare sul campo e per accedere a Internet dove esiste una connessione Wi-Fi. Abbiamo anche aperto 21 uffici in tutto il paese in cui i nostri giovani possono utilizzare la connessione Wi-Fi abilitata per il router di dati mobili per studiare i nostri corsi. Ma i gruppi di agricoltori con cui lavorano a volte sono a un'ora o due di distanza dall'ufficio più vicino e il trasporto nelle aree rurali è spesso difficile da trovare o organizzare. Quindi volevo davvero offrire ai nostri giovani un modo di lavorare off-line.

I nostri corsi fanno ampio uso delle lezioni (uno dei tanti componenti disponibili per un progettista di corsi in Moodle) e questi sono stati resi disponibili per il lavoro off-line con successiva sincronizzazione nella versione 3.3, rilasciata a maggio 2017.

L'intero team, qui alla CIVA, è stato davvero entusiasta di questa nuova versione, perché significa che i nostri studenti possono presto scaricare un corso completo in uno degli uffici e poi studiarlo a loro tempo, nelle comunità in cui lavorano. Questo è molto il tipo di strumento flessibile di cui hanno bisogno.

Stiamo solo finalizzando la piena compatibilità delle foto e dei cartoni animati che utilizziamo nelle nostre lezioni prima di distribuire l'app a tutti i nostri studenti.

Moodle HQ: Quali sono i vantaggi o i risultati che l'organizzazione sta cercando utilizzando l'app mobile Moodle per i corsi?

Dr Tran: I vantaggi per noi sono che i nostri studenti possono studiare meglio i nostri corsi - nel loro tempo, piccole quantità alla volta se preferiscono. Possono trovare uno spazio in cui concentrarsi e persino studiare con gli amici - anche se chiediamo che i test vengano svolti individualmente, studiare con gli amici può essere un ottimo modo per garantire una buona comprensione degli argomenti.

Naturalmente, l'accesso off-line sarà anche estremamente prezioso per gli altri utenti dei nostri corsi, che sono gratuiti da usare - basta registrarsi con noi. Ciò significa che anche gli agenti di estensione esistenti, il personale delle ONG, le associazioni di agricoltori e gli attuali studenti delle scuole agricole possono utilizzare i nostri corsi e hanno solo bisogno di visite brevi e irregolari a un cybercafé per scaricare un corso e quindi caricare le risposte al test per contrassegnare e ricevere un certificato di corso se hanno raggiunto il voto richiesto.

Per noi significa che possiamo raggiungere un pubblico più vasto, nonostante i limiti della connettività Internet nelle aree rurali del paese. Devo specificare "nonostante le attuali limitazioni" perché la penetrazione di Internet sta guadagnando sempre velocità e, principalmente attraverso le reti di dati mobili, mi aspetto che entro pochi anni tutti saranno facilmente raggiungibili da una connessione Internet. Quindi offriremo comunque il vantaggio che i nostri corsi sono disponibili su computer, tablet e smartphone. È sempre bello offrire opzioni e flessibilità!

Moodle HQ: Infine, se le persone vogliono saperne di più su AfricaRice, CIVA e il lavoro che fai, qual è il modo migliore per farlo?

Dr Tran: La nostra piattaforma di e-learning è attiva elearning.afris.org e puoi seguire 2 corsi senza registrarti, uno introduce gli studenti ai nostri corsi, alla loro struttura e navigazione, l'altro è una pubblicità per il nostro approccio e i nostri corsi, e ti insegna come fare "crèpes" (frittelle francesi). Se vuoi accedere ai corsi che offriamo ai nostri giovani studenti, inviaci una e-mail elearning@afris.org e saremo felici di darti un login.

Puoi leggere di più su AfricaRice su: www.africarice.org
E sui Green Innovation Centers su: www.giz.de/en/worldwide/32209.html

Grazie a Dr Tran e al Centro AfricaRice per il vostro lavoro nel rendere l'apprendimento accessibile a molti giovani del Benin.

Non vediamo l'ora di saperne di più sull'erogazione dei tuoi corsi tramite l'app mobile Moodle.

Per saperne di più sulla nostra app mobile, visitare il sito download.moodle.org/mobile/, seguici su Twitter @moodlemobileapp o Unisciti al nostro forum mobile Moodle.

Scrivi un commento