MoodleMoot Australia 2016: aggiornamento del giorno 2 e conclusione

Perth, Western Australia - Il secondo giorno di MoodleMoot Australia 2016 è iniziato con un Welcome to Country di Noongar Elder, Barry McGuire. È stato un evento speciale, con alcuni partecipanti che hanno commentato su Twitter che è stato uno dei migliori Welcome to Country che hanno vissuto da un po 'di tempo. È possibile accedere a frammenti di benvenuto di Barry Qui.

Presentazioni chiave

Il fondatore e CEO di Moodle, Martin Dougiamas, è poi salito sul palco per parlare del "New Moodle", guidando verso casa perché Moodle è ancora attuale ribadendo la sua missione: Moodle non è guidato dal denaro, ha una missione per supportare gli studenti fare un percorso di istruzione e renderlo accessibile al maggior numero possibile.

Il dottor Dougiamas ha anche delineato una serie di funzioni da includere nella versione 3.2 di Moodle, aggiornamenti sulla comunità Moodle.org, Moodle Users Association e MoodleCloud, annunciando anche notizie entusiasmanti - L'applicazione mobile ufficiale di Moodle e l'istituzione del team UX (incontrare il team in questo video).

È possibile visualizzare frammenti della presentazione del dott. Dougiamas Qui.

balestruccio

Nel pomeriggio, James Hamilton, da Navitas, ha anche presentato una presentazione chiave, intitolata "Moodle nel paese delle meraviglie: 7 cose impossibili". Ciò ha sicuramente incantato le persone a scoprire su cosa sarebbe stata presentata la presentazione!

La presentazione di James ha certamente suscitato l'interesse della folla, la sua prima domanda è stata: "LMS è morto?" Le scosse di molte teste nella stanza di MoodleMoot si sono riflesse anche su Twitter quando abbiamo posto la domanda. James paragonò la costruzione di un LMS come un'esperienza di Alice nel Paese delle Meraviglie - così tante possibilità e idee che portano tutte a un'esperienza avvincente.

I frammenti della presentazione di James sono disponibili sul nostro Feed di Twitter.

James Hamilton


presentazioni

Sono seguite presentazioni concorrenti dopo e tra i due discorsi principali. Le presentazioni sono state classificate su argomenti di supporto, progettazione, istituzionale, feedback, esperienza, tecnica, ambiente di lavoro e valutazione.

Le presentazioni del secondo giorno includevano:

  • David Grant del Università del Queensland meridionale (USQ): suggerimenti per la creazione di un quiz di grande successo in Moodle.
  • Damyon Wiese, Moodle HQ Development Manager: funzione CBE e assegnazioni di valutazione in Moodle 3.1.
  • Christine Nicholas di GOTAFE: Utilizzo di un modello Moodle per soddisfare la conformità ASQA e ridurre le duplicazioni.
  • Fiona Myatt di USQ: Ci ha fornito uno spaccato delle nuove modifiche di Moodle Assignment collegate a un nuovo formato flessibile.
  • Morgan Harris e John-Paul Posada di Università del Nuovo Galles del Sud (UNSW): evidenziato come utilizzare la valutazione del team in Moodle.
  • Marina Glancy, Moodle HQ Development Manager: ha parlato del ciclo di vita di un bug di Moodle.
  • Helen Farley e colleghi di USQ: Presentato per rendere la connessione tra Moodle offline e mobile.
  • Brendan Haywood di Catalyst IT Australia: Ha risposto alla domanda "gestisci più ambienti di apprendimento e a volte pensi che si tratti di una gran quantità di Moodles?" Nella sua presentazione mentre il suo collega, Mark Porritt, parlava di test delle prestazioni e benchmarking di Moodle.
  • James Hamilton e co Navitas: Hanno parlato della costruzione di elementi comuni in 60 siti di Moodle Navitas nella loro presentazione intitolata "One Moodle? Un giorno!"
  • Surangi Alexander di Millenium IT: È salito sul palco per parlare della versione offline del sistema di e-learning Moodle.
  • Darrell Krall di riqualificata: Ho parlato dell'utilizzo del Registro dei voti di Moodle per fornire feedback.
  • Nonzanriyah Adun e Matthew Salas del Monash University: Ho parlato dell'utilizzo di Moodle per fornire soluzioni alternative per le informazioni di valutazione.
  • Mark Bailye di Lavagna: Continua la conversazione su Assessment with Moodle attraverso il sistema di carte colorate della vecchia scuola.
  • Sherol Fernandes di GAC Corporate Academy: Sono venuto da Dubai per mostrare come Moodle può essere utilizzato nell'ambiente aziendale, in particolare per la consegna di corsi di petrolio e gas.
  • Lauren McKerley e Daniela Soccio di Competenze di innovazione e business Australia (IBSA): ha dimostrato come puoi lavorare con Moodle Partner, eCreators, per personalizzare il tuo sito Moodle.
  • Julian Davis del ACTE Pty Ltd: Chiesto come possiamo capire il comportamento degli studenti in Moodle.
  • Andrew Nicols, Senior Developer and Integrator presso Moodle HQ: introdotta una nuova funzionalità per Moodle 3.2 - onboarding degli utenti in Moodle utilizzando il tour dell'interfaccia, seguito dal collega Mark Nelson, Senior Analyst Developer presso Moodle HQ, che ha anche introdotto le nuove funzionalità di messaggistica e notifiche di Moodle in Moodle 3.2. Infine, Moodle HQ Pau Ferrer ha presentato le funzionalità offline di Moodle Mobile.
  • Michael Sankey di USQ: Presentato su "Implementazione di un nuovo formato Flexi, come e perché."
  • Sheldon Chow di UNSW: Ha mostrato come utilizzare le funzionalità avanzate di commento utilizzando l'attività Moodle Media Collection.
  • Una delle ultime presentazioni del pomeriggio, David Jones, di USQ: Ho parlato di come e perché le persone usano il modulo del libro Moodle.

Numerosi brevi video esplicativi dei relatori sono ora disponibili su cinguettio e puoi accedervi usando l'hashtag #MootAU16.

presentazioni

Presentazioni degli sponsor

Grazie ai nostri sponsor che hanno contribuito a rendere MoodleMoot Australia 2016 un successo.

Il secondo giorno, i nostri sponsor hanno presentato brevi sessioni, che sono descritte di seguito:

  • Dean Saunders di eCreators: Ha presentato il suo Learnbook con funzioni semplici e intuitive come un semplice generatore di report, un trattino di amministrazione e un 'selfie profiler'
  • Pablo Guerrero di WIRIS: Ho dato una panoramica di un pezzo di matematica per Moodle. Ha anche condiviso informazioni su altri strumenti WIRIS come il riconoscimento della grafia, l'editor di matematica e un'interfaccia per gli insegnanti di chimica.
  • Richard Ings del ReadSpeaker: Hanno mostrato il loro strumento con funzionalità di sintesi vocale, consentendo agli studenti in difficoltà e agli studenti uditivi di aggirare lo svantaggio e raggiungere i risultati di apprendimento.
  • Chad Outten di Il mio spazio di apprendimento: Sull'apprendimento e lo sviluppo sul posto di lavoro.
  • Jocasta Williams di Echo 360: Migliorare le opportunità di apprendimento attivo con Moodle e utilizzare il loro software video interattivo in classe.
  • a partire dal Moodlerooms: Sull'attuazione di un ecosistema di apprendimento efficace per il settore dell'IFP.
  • Fred Dixon, Product Manager per BigBlueButton presso Reti cieche: Ha effettuato la presentazione tramite conferenza e ha condiviso la tabella di marcia per il plug-in.
  • Amazon Web Services

sponsor

Abbiamo terminato il secondo giorno con una cena in conferenza, una commedia e bevande - una grande conclusione di una giornata lunga e fruttuosa.

Seguici su cinguettio e usa #MootAU16 per tenerti aggiornato sull'evento MoodleMoot Australia 2016.

Scrivi un commento